martedì 20 dicembre 2011

Giornata in giro

    Mattinata in giro con l'amica


  Spaccanapoli, in alto si vede il Castello di San Martino
                                



                                                                                         Piazza Carità con il monumento a Salvo D'acquisto, in questi giorni ci sono anche alcune bancarelle per il mercatino di natale


Un negozietto meraviglioso, mi è sembrato di stare nel paese delle fate










 

Il mio strudel di mele spiaccicato



E per finire l'amigurumi omino di neve

Sono stanca! Ho lavorato troppo ahahahahhahahah

7 commenti:

katia kaotika ha detto...

Che bello quel negozio, anche qui ce ne sono di simili..... ma meglio nn avvicinarsi nemmeno alla vetrina, ti fanno pagare anche se solo osi guardare.

Lo "strunzel" nn lo assaggerei manco morta!

L'omino e trrropppo bellino assai, ma l'hai fatto tu o te lo sei comprato nel paese dei balocchi?

margherita ha detto...

Lo "strunzel" era buonissimo, L'omino l'ho fatto io, in quel negozio i prezzi erano abbastanza altini

July ha detto...

E la ricetta dov'è? Sempre che lo abbia fatto tu .... O c'è la zampa di Caterina? ^_^

mimmaget ha detto...

e vai , grande l'omino proprio carino.
Per quanto riguarda lo strudel era logico si spiaccicasse vista la cuoca, devo dire un cosa in realta a mè lo strudel non piace, impara a fare altro, ciao bella
un salutone

mimmaget ha detto...

e vai sei diventata una fotografa professionista, gianna mi ha detto che cannini con acchina fotografica in borsa, per lo strudel non mi sembra tanto spiaccicato anche se , devi imoarare a fare altro dolce questo non è di mio gusto.L'omino è bellissimo e simpaticissimo proprio ben fatto,
ciao e brava

Renata Ladybug ha detto...

Tanti auguri!!!!!!! Ora ti aspetto a Venezia e stavolta vedi di prenderlo quel cavolo di aereo o ti costringo a venire a bordo... di un piccione!!!

Cátia Amélia ha detto...

Amiga querida......

Deixar para trás,
o que não nos importou,
o que não nos importa mais

Viver e acreditar,
almejar e sonhar,
se dar um pouco de sí,
viver sem medo de sorrir

Cultivar a esperança,
de peitos abertos a ela se entregar,
ter a alegria de uma criança,
e nos rios da vida navegar

E assim prosseguir, viver,
sem medo de perder ou ganhar,
pois a vida só faz valer,
para aqueles que tem coragem de sonhar.

Beijão da amiga Cátia
http://catiaartesmanuais.blogspot.com/